Ex Caserma Pollio Caserta

Ex Caserma Pollio  Caserta

1

2

3

4

5

6

LAVORI DI CONSOLIDAMENTO E RESTAURO DELL’EX CASERMA POLLIO IN CASERTA DA ADIBIRE A NUOVA SEDE DELL’ARCHIVIO DI STATO DI CASERTA, 1° LOTTO FUNZIONALE.

La fabbrica che ha ospitato la Caserma Pollio costituisce il corpo di fabbrica che si estende alla sinistra della Reggia di Caserta. Essa è stata edificata in secondo momento rispetto alla Reggia stessa, con lo scopo, assieme all’altro braccio, di contenere una piazza che doveva aprirsi antistante al Palazzo Reale, il cui progetto non fu mai concluso. Fu in seguito adibita a scuderia e la sua ultima destinazione d’uso è stata quella di caserma. La nuova destinazione d’uso, come previsto dal progetto di recupero, è quella di ospitare l’Archivio di Stato della Provincia di Caserta. Il monumento ci è pervenuto in uno stato manutentivo pessimo, ma fortunatamente era indenne dagli effetti derivanti dalla stratificazione edilizia. Il primo livello (seminterrato) ed il secondo (primo piano) sono costituiti, sostanzialmente, da un unico ampio spazio scandito trasversalmente da una ritmica sequenza di spessi setti portanti, disposti radialmente rispetto ad un unico centro; ciascun setto è traforato da due ampi archi disposti in maniera simmetrica. L’intervento di recupero ha previsto il consolidamento statico della fabbrica, a partire dalle fondazioni. I lavori hanno riguardato essenzialmente il consolidamento statico delle strutture sia verticali che orizzontali ( volte a botte), al piano seminterrato ed al primo. Lungo quasi tutto il perimetro dell’emiciclo è stato realizzato un cunicolo in C.A., che oltre ad avere una funzione consolidante,  funge da aerazione e passaggio degli impianti tecnologici che si andranno a realizzare successivamente. Ogni punto del cunicolo è collegato al piano seminterrato tramite altri quattro passaggi disposti in senso trasversale all’edificio, ed otto cavedii per piano, che permettono il collegamento anche in senso verticale. I lavori sono stati eseguiti sotto la direzione dei lavori dell’ arch. Francesco Canestrini, Funzionario della Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico delle province di Caserta e Benevento.